Dopo il New York Times, gabbiani di Roma nel mirino di Salvini: «Sono degli F35»

3

Dalle colonne del New York Times al tetto del ministero dell’Interno a Roma, per i gabbiani della Capitale il passo, o meglio il volo, non è poi così grande. Dopo esser stati protagonisti a settembre di un servizio del quotidiano americano che descriveva una Roma da incubo in preda a questi grossi volatili prepotenti e aggressivi, ora questi uccelli tornano sotto la lente della cronaca grazie a Matteo Salvini.

Salvini dal tetto del Viminale: «Gabbiani? Sono degli F35!»
Tornato a collegarsi via Facebook con i suoi fan dal piano più elevato del Viminale che dà sui tetti della capitale, il leghista non esita a porre l’accento, lui che si occupa di sicurezza, sui gabbiani che – sue parole testuali – «non sono gabbiani, sono degli F35, dei mostri», che prosperano grazie all’immondizia nelle strade.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer