GREGGIO Prezzi instabili tra timori domanda, tensioni Usa-Iran

9

I prezzi del petrolio sono in lieve calo, in un contesto in cui pesano i timori sul calo della domanda e l’impegno dell’Arabia Saudita di compensare per ogni carenza in paesi colpiti dalle sanzioni, mentre il mercato ignora i rischi alle forniture legati alle nuove sanzioni imposte dagli Stati Uniti all’Iran.

Poco dopo le 13 i futures sul Brent scambiano in ribasso di 4 centesimi a 64,44 dollari il barile.

I futures sul greggio americano calano di 3 centesimi a 57,56 dollari al barile.

Le speranze di progresso nella guerra dei dazi tra la Cina e gli Stati Uniti durante il G20 di questa settimana sono state smorzate da un commento di un alto funzionario Usa, secondo cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sarebbe “a prorio agio con qualsiasi esito” dei colloqui.

Amin Nasser, amministratore delegato…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer