Il network della truffa viaggia sulle pagine private di Facebook

2

Per ironia della sorta l’acqua zuccherata è spacciata come elisir miracoloso per dimagrire o per non far perdere i capelli. Il messaggio pubblicitario, però, è occulto, perché non parte dalle aziende produttrici, ma dagli stessi compratori che, con la formula del “cashback” (coinvolgimento di un numero sempre maggiore di consumatori a cui viene prospettato un notevole ritorno economico), si trasformano in venditori. È la nuova frontiera dei vecchi imbonitori o ciarlatani, che ai tempi del west trafficavano con fantomatiche pozioni, cedendole come fossero divine.

GUARDA IL VIDEO – Facebook integra WhatsApp, Instagram e Messenger

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer