Le navi del futuro saranno elettriche: la scommessa di Nidec sulle batterie

12

Dopo l’Ultra Fast Charger per lo sviluppo delle auto elettriche, la giapponese Nidec – che ha più di un piede in Italia con ASI (che sta per Ansaldo Sistemi Industriali, entrata nel perimetro nipponico nel 2012) – scommette sulla navigazione elettrica. Lancia infatti batterie che – promette – offrono un notevole passo avanti a livello impiantistico, oltre a garantire una migliore efficienza, durata, sicurezza e performance.

Il luogo del lancio è l’Electric & Hybrid Marine Expo di Amsterdam. Il primo sistema di batterie targato Nidec è tagliato per i motori di imbarcazioni di grande e media dimensione. Il risvolto ambientale è netto: “Tali sistemi permettono di azzerare completamente le emissioni inquinanti in mare e in tutti i bacini di acqua del mondo, garantendo una navigazione sicura ed ecologica”, dice la società.

Il cuore innovativo della batteria è la Single Large String, “un modulo di grande taglia che meglio si…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer