Petrolio, summit Opec per decidere i tagli. Italia tra assestamento di bilancio e procedura Ue

16

MILANO – Nel fine settimana è arrivato l’atteso incontro Xi-Trump e il canale del dialogo si è ufficialmente riaperto tra Usa e Cina, dopo lunghi mesi di braccio di ferro a colpi di dazi: l’attenzione si sposta, tra lunedì e martedì, sulla riunione del cartello Opec dei Paesi produttori del greggio capitanati dall’Arabia Saudita, con i vicini Russi che sono fuori dall’Organizzazione ma con essa si coordinano. Si riunirà a Vienna e dovrebbe concordare un accordo sul taglio delle forniture di petrolio mantenendo gli stessi livelli del primo gennaio anche se si stanno valutando anche “tagli più consistenti”.

Densa l’agenda anche per i conti pubblici italiani, a cominciare dal Consiglio dei ministri di lunedì che vede all’ordine del giorno l’assestamento del bilancio dello Stato per il 2019, necessario anche a dare risposta all’Ue nella trattativa per evitare la procedura d…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer