Truffa da 130mila euro a una disabile: Proto di nuovo in manette

2

Altri guai giudiziari per Alessandro Proto. I militari della Guardia di Finanza di Como hanno arrestato per truffa il finanziere milanese 44enne, residente in Svizzera, già gravato da precedenti penali per truffa e violazioni finanziarie. L’accusa stavolta è quella di truffa pluriaggravata ai danni di una donna con gravi problemi fisici e psichici alla quale Proto avrebbe sottratto in più riprese 130mila euro. Il denaro, secondo la Guardia di Finanza, era stato investito da Proto su siti di gioco on line.

Proto, ricorda la Gdf era «già noto alla ribalta della stampa nazionale ed estera per aver millantato affari immobiliari con personaggi di fama mondiale e tentativi di scalate ad imprese di primo piano; nel 2013 era stato indagato dalla Procura della Repubblica di Milano e poi arrestato per manipolazione del mercato ed ostacolo alle attività degli Organi di vigilanza». I militari, nei mesi scorsi, hanno passato al setaccio i suoi conti in relazione a prelievi effettuati in contanti in uffici postali di Como tra i quali quello del Palazzo di Giustizia. Poi era giunta la denuncia di una truffa messa a segno da Proto che è accusato di aver sfruttato le condizioni critiche di salute della donna.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer