Autostrade dice che governo dovrà pagare equo indennizzo se revoca concessione

    15

    MILANO (Reuters) – Autostrade per l’Italia, controllata di Atlantia, dice che qualora il governo dovesse revocarle la concessione autostradale, scatterebbe l’obbligo di indennizzo corrispondente al giusto valore della concessione.

    In una nota, Aspi chiarisce di aver appreso solo dalla stampa dell’esistenza e dei contenuti della relazione della Commissione ministeriale insediata presso il Mit e contesta la diffusione di anticipazioni ai media “in modo pilotato e parziale”.

    Da tale relazione inoltre, secondo Autostrade, non emerge nessun inadempimento agli obblighi di manutenzione del Ponte Morandi – crollato a Genova lo scorso anno causando 43 vittime – ai sensi del contratto di concessione e la presunta violazione dell’obbligo di custodia costituirebbe un addebito erroneo ed inapplicabile.

    Autostrade ricorda infine che “sono ancora ignote le cause interne o esterne che hanno determinato la tragedia e l’accesso alla documentazione dei luoghi e dei fatti è ancora incompleto”.
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer