Bce, taglio tasso depositi in settembre, QE 2.0 rimane opzione

25

La Banca centrale europea taglierà il tasso sui depositi in settembre, come indicato dalle più recenti dichiarazioni arrivate da Francoforte. Lo dice l’ultimo sondaggio Reuters, da cui emerge che gli economisti non prevedono nel breve termine una svolta nelle sorti dell’economia europea.

Le principali banche centrali su entrambe le sponde dell’Atlantico sono sotto pressione per varare misure espansive di politica monetaria, nel tentativo di mantenere le aspettative inflazionistiche lontane dal collasso, a fronte di una crescita globale sempre più lenta, un maggiore protezionismo commerciale e dati economici deboli.

Alla domanda su cosa potrebbe fare la Bce al meeting di giovedì prossimo, due terzi degli economisti hanno detto che dovrebbe aggiustare la codiddetta ‘forward guidance’ in senso espansivo.

In un contesto che vede l’inflazione della zona euro ben al di sotto del target Bce e non destinata a salire presto, ci si…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer