Bollette a 28 giorni, una guida per chiedere il rimborso agli operatori

33

Sono cominciati i rimborsi per le tariffe a 28 giorni, ma procedono in ordine sparso e con modalità differenti a seconda del gestore. In modo più o meno diretto, più o meno semplice e chiaro per l’utente. È l’ultimo inciampo in una vicenda che si trascina da tempo. Posto e confermato dal Consiglio di Stato che i rimborsi sono legittimi (per ora con sentenza riguardante Fastweb, Vodafone e Wind ma si è in attesa di una sentenza gemella anche per Tim), adesso bisognerà vedere quanto gli operatori li faranno sudare agli utenti. Ecco un quadro e una guida per orientarsi.
 

Chi ha diritto ai rimborsi

Il primo aspetto da chiarire è che i rimborsi riguardano solo gli utenti di telefonia fissa che avevano un contratto attivo con il proprio operatore da almeno giugno 2017. I rimborsi sono per i giorni perduti (nella differenza fra i…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer