Borsa: Europa arretra, Milano -0,1%

22

Passo indietro delle principali borse europee dopo il cambio di rotta dei futures Usa a seguito di richieste di mutui in calo.

Il segno meno prevale ovunque, da Madrid (-0,51%) a Londra (-0,33%), da Francoforte (-0,27%) a parigi (-0,23%) e Milano (-0,1%).

In arrivo dagli Usa le concessioni edilizie e le nuove costruzioni di case e, soprattutto, il Beige Book della Fed sullo stato dell’economia nazionale.

A soffrire sono i petroliferi Bp (-2,4%) e Total (-1,85%), Eni (-1,2%) e Saipem (-1,95%), nonostante il rialzo del greggio (Wti +1%), su timori di una crescita delle scorte nel 2020, nonostante la politica dei tagli dell’Opec.

Le immatricolazioni in Europa frenano il produttore di gomme Continental (-1,37%) e i costruttori Daimler (-1%) e Peugeot (-0,7%), a differenza di Fca (+0,6%) e Ferrari (+0,23%).

Deboli i bancari Ubi (-1% ed Mps (-1,7%) con lo spread stabile sui 186 punti.

La trimestrale di Dialog Semiconductor (+1,6%) spinge le rivali Asml (+4,3%), Asm (+1,7%), Infineon (+1,1%) ed Stm (+0,6%)

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer