Borsa: Europa ordine sparso, spread 190

13

Lieve miglioramento per le principali Piazze europee, ma in ordine sparso, nello stesso tempo in cui guadagna qualche decimale anche Wall Street, mentre negli Usa aumentano le vendite di nuove case a giugno.

Restano positive Milano (+0,5%) e Francoforte (+0,4%), dove l’indice Pmi per i servizi è sceso a 55,4, meno delle previsioni (55,3), e quello per la manifattura a 43,1, contro una previsione di 45,2

In calo invece Londra (-0,6%), protagonista della staffetta May-Johnson, e Parigi (-0,2%), dove l’indice Pmi per i servizi è sceso a 52,2 (più del 52,8 previsto), mentre quello del manifatturiero è andato a 50, a fronte di una previsione del 51,6

Con lo spread risalito a 190, patiscono Bper (-2,5, Ubi (-1,5%), Unicredit (-0,8%), Intesa (-0,3%), col settore già penalizzato dalla semestrale di Deutsche Bank (-2,3%).

Bene invece l’automotive, sula scia dei conti di Peugeot (+2,5%) migliori del previsto, con Daimler (+3,2%) e Fca (+1,9%)

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer