Borsa: Milano patisce, forte calo banche

1

Forte calo delle banche a Piazza Affari, dopo una seduta partita in positivo, ma chiusa a -2,03% e lo spread a 193.

L’ottimismo che ha trascinato il resto d’Europa in vista di mosse della Fed e per il dialogo Usa sui dazi cinesi, ha lasciato spazio alle tensioni nazionali, mentre l’Ufficio parlamentare di bilancio ha tagliato le stime di crescita per 2019 e 2020, parlando di una sostanziale fase di stagnazione

Fatto è che le banche, in rosso in tutto il Vecchio continente, a Piazza Affari hanno lasciato parecchio sul terreno: Banco Bpm (-6%), Ubi (-4,4%), Unicredit (-3,6%), Fineco (-3,2%), Bper (-2,1%), Intesa (-2%).

Milano però ha visto il listino principale con due soli titoli in positivo, Stm (+2,2%) e Moncler (+0,05%).

Giù tutti i settori: Terna e Enel (-4,1%), Snam (-3,9%), Tim (-2,9%), Atlantia (-1,8%), Poste (-1,7%), Juve e Fca (-1,6%), Eni (-0,5%).

In calo Trevi (-2,5%) mentre è in corso uno scontro tra famiglia e Cda sulla manovra di rafforzamento patrimoniale

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer