Borsa: Milano positiva, spread in calo

19

Chiusura positiva a Piazza Affari, in vista di un nuovo vertice a Bruxelles sulle nomine Ue, con lo spread a 221 punti a fine giornata, non sufficiente a sostenere le banche, contrastate come nel resto d’Europa: Bper (+2%), Intesa (+0,9%), Mps (+0,3%), Unicredit (-1%), Ubi (-1,9%)

Rimbalza Atlantia (+3,7%), il giorno dopo essere scivolata con l’ipotesi di revoca delle concessioni autostradali.

Bene Terna (+3,5), Snam (+2,6%), Poste (+2,4%), Enel (+2,1%), Juventus (+1,2%), Exor (+0,8%).

Volo per Astaldi (+8,4%) in vista della chiusura di Progetto Italia, con Cdp e Salini (+1,2%) e bene Risanamento (+1,3%) in prospettiva dei Giochi invernali 2026

In rialzo l’oro e in calo il petrolio, mentre all’Opec+ di Vienna è stato ratificato di mantenere i tagli alla produzione

Sul Ftse Mib hanno pesato Saipem (-2,7%), Tenaris (-2,3%), Eni e Tim (-0,9%), Leonardo (-0,8%).

Debole l’auto in Europa: Fca (-0,3%) nonostante buoni dati delle vendite a giugno negli Usa, Cnh (+0,04%)

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer