Borse positive dopo i dati cinesi. Lo spread resta sotto quota 200

21

MILANO – Ripartenza positiva per le Borse, che da un lato restano in scia alla seduta positiva di venerdì a Wall Street, dall’altro reagiscono complessivamente bene ai dati arrivati oggi dalla Cina. Se il Pil è cresciuto nel secondo trimestre “solo” del 6,2%, dato più basso degli ultimi 27 anni, ma in linea con le attese, altre indicazioni macro, come la crescita più del previsto della produzione industriale e delle vendite al dettaglio a giugno, hanno fornito segnali più incoraggianti sullo stato di salute dell’economia cinese. Non a caso i listini asiatici sono tutti in positivo, mentre Tokyo oggi è chiusa per festività. Da annotare anche l’ennesimo affondo di Trump contro la Fed: “Economicamente stiamo andando alla grande come Paese nonostante la politica antiquata della Fed in materia di tassi e le sue restrizioni. C’è molto spazio per crescere!”, ha esultato il…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer