Come si diventa navigator e cosa si andr� a fare di preciso: Regioni divise

14

REDDITO DI CITTADINANZA

di Giorgio Pogliotti

La carica dei 54mila alla Fiera di Roma: la selezione dal 18 al 20 giugno

3′ di lettura

In vista della selezione dei 3mila navigator da parte di Anpal servizi che inizierà martedì prossimo, resta ancora da sciogliere che ruolo dovranno svolgere queste nuove figure professionali nei centri per l’impiego e in che fase dovranno intervenire. I compiti saranno individuati in uno schema definito a livello centrale, e poi declinati in singole convenzioni che Anpal servizi dovrà siglare con ogni regione in base alle esigenze locali. Il tema è ancora quello della perimetrazione del ruolo che avranno i navigator nei Centri per l’impiego, in cosa consisterà «l’attività di assistenza tecnica alla struttura regionale» oggetto di una faticosa intesa alla Conferenza Stato Regioni lo scorso 17 aprile. L’intesa venne raggiunta dopo un lungo braccio di ferro con le regioni, titolari dei centri per l’impiego, che si sono opposte all’ipotesi che i navigator possano interfacciarsi direttamente con i percettori del Reddito di cittadinanza e le aziende.

DOSSIER / Reddito di cittadinanza: la guida completa 2019

Lo schema concordato consente a ciascuna Regione che intende avvalersi dei navigator di definire nel dettaglio, in apposite convenzioni con Anpal servizi, le azioni da realizzare e gli specifici standard di servizio per attuare i livelli essenziali delle prestazioni. Si tratta di un importante nodo, perché di qui passa l’attuazione delle politiche attive, senza le quali il Rdc si limiterebbe ad essere un mero strumento di assistenza alla povertà. Ma serve ancora un passaggio a livello centrale. «Dopo l’incontro di m

Read More