Crolla l’aiuto italiano ai Paesi poveri

20

ROMA – “Aiutiamoli a casa loro”. E’ questo il refrain che va ormai per la maggiore. Un refrain appunto, perché nella realtà l’aiuto italiano ai Paesi poveri è diminuito. Nel 2018, dati Ocse, l’Italia ha tagliato i fondi che destina alla cooperazione e allo sviluppo. E non di poco, un taglio di un quinto, -21,3% rispetto al 2017. In tutto la caduta equivale a una sottrazione di oltre 860 milioni di euro. La denuncia arriva da un rapporto curato da Oxfam e Openpolis ed elaborato sui dati Ocse. Quasi un miliardo di euro, teoricamente stanziato e di competenza del ministero dell’Interno, ha preso un’altra strada, manca all’appello. Un miliardo che altro non è, secondo le due organizzazioni, la differenza tra gli importi destinati per il 2018 al ministero dell’Interno per l’accoglienza migranti e quelli rendicontati dall’Ocse. I numeri non sono…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer