Draghi agita paura di recessione e affossa gli indici. Ftse tra peggiori

    15

    Investing.com – “Circostanze sfavorevoli a livello mondiale continuano a pesare sulle prospettive per l’area euro. La prolungata presenza di incertezze connesse a fattori geopolitici, alla crescente minaccia del protezionismo e alle vulnerabilità nei mercati emergenti lascia il segno sul clima di fiducia”.

    Con queste parole nel corso della sua conferenza stampa post-meeting della Banca centrale europea, Draghi, ha descritto i rischi che sono possono attendere l’eurozona, mandando in rosso i mercati europei fino ad allora in verde generale sulle ali dell’entusiamo delle nuove politiche espansive ‘ventilate’ dalla BCE.

    “Gli ultimi segnali mostrano debolezza della crescita sia nel secondo che nel terzo trimestre”, spiegava il presidente della Bce, per poi rassicurare che “non ci sarà nessuna stagnazione secolare”, rassicura.

    Rischi…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer