Fabi attacca Mustier (UniCredit): ‘tagli ed esuberi per i suoi capricci, AD si sente Alessandro Magno’

15

Lando Maria Sileoni, Segretario generale della Federazione Autonoma Bancari Italiani (FABI), se la prende con Jean-Pierre Mustier, amministratore delegato di UniCredit, ma se la prende anche con il silenzio del governo. Intanto, i tagli e gli esuberi a UniCredit vengono definiti “scelte riconducibili esclusivamente ai capricci dell’ad Mustier”.

googletag.cmd.push(function() {googletag.display(‘div-gpt-ad-4×1-0’);});
Parlando ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” su Radio Cusano Campus, il numero uno del sindacato dei bancari non ha peli sulla lingua: “Da quando c’è lui sono usciti 24mila e 700 lavoratori, 14mila e 700 già sono usciti, altri 10mila potrebbero uscire qualora le indiscrezioni fossero confermate”.

“Mustier ha scritto ai dipendenti e non ha smentito questo numero. Mustier è un personaggio particolare. Non è un…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer