“Ghiaccio, nei cocktail: occhio ai batteri”

12

C’è chi non pulisce il freezer e le vaschette per il ghiaccio in maniera corretta, chi le tiene per troppo tempo nel congelatore e chi a temperature troppo alte. Sono poche ma basilari le regole necessarie affinché i cubetti che rendono freschi e bevibili i nostri cocktail non facciano male a nessuno, eppure non tutti le seguono. È questo il grido d’allarme lanciato dall’Istituto nazionale per il ghiaccio alimentare (Inga), l’associazione che raccoglie le più importanti aziende produttrici. In Sicilia, è emerso che circa 1 locale su 4 produce e utilizza ghiaccio contaminato. Tanto che la Regione sta ora elaborando un piano per intervenire.

“E un po’ ovunque – affermano dall’istituto – quest’anno diverse piccole e medie imprese non hanno superato i necessari controlli per la sicurezza alimentare”. Poi c’è il rischio delle produzioni casalinghe che possono avere possibili…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer