Il greggio rimbalza, tensioni in aumento nello Stretto di Hormuz

    17

    Investing.com – I prezzi del greggio schizzano questo lunedì, con le tensioni in aumento tra Regno Unito ed Iran che alimentano i timori di un’interruzione delle scorte petrolifere dal Golfo Persico.

    I future del greggio West Texas Intermediate balzano di 75 centesimi, o dell’1,4%, a 56,38 dollari al barile alle 7:51 ET (11:51 GMT), sebbene meno dal precedente massimo di 57,02 dollari, mentre i future del Brent, riferimento per i prezzi al di fuori degli Stati Uniti, schizzano di 80 centesimi, o dell’1,3% a 63,27 dollari, dopo essersi staccati dal massimo di 64,02 dollari.

    La discesa ha preso slancio quando il Segretario di Stato USA Mike Pompeo ha indicato che gli Stati Uniti non useranno il sequestro…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer