In calo, timori domanda prevalgono su estensione tagli Opec

    9

    (Reuters) – I prezzi del petrolio sono in ribasso, con l’incertezza sul possibile rallentamento dell’economia globale che prevale rispetto all’accordo Opec siglato ieri per estendere i tagli all’offerta fino a marzo.

    I futures sul Brent sono in calo di 17 centesimi a 64,95 dollari il barile poco prima delle 13.

    I contratti sul greggio Usa agosto scambiano in ribasso di 19 centesimi a 58,9 dollari il barile, dopo aver toccato i massimi da oltre 5 settimane nella seduta di ieri.

    L’Opec ha deciso ieri di estendere i tagli alle forniture di greggio fino a marzo del 2020, riuscendo ad arrivare a un accordo volto a sostenere i prezzi a dispetto di posizioni diverse tra i singoli paesi.

    “Il fattore offerta nell’equazione del greggio sembra sostenere i…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer