Mps, giudice respinge richiesta archiviazione Viola e Profumo su gestione Npl

    21

    MILANO (Reuters) – Il Gip di Milano Guido Salvini ha rigettato la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura di Milano nei confronti dell’ex presidente di Mps Alessandro Profumo, dell’ex AD Fabrizio Viola e dell’ex presidente del collegio sindacale Paolo Salvadori, indagati per falso in bilancio in merito alla gestione dei crediti deteriorati (Npl) della banca senese dal 2012 al 2015.

    Lo si evince dal provvedimento emesso lo scorso 25 luglio, e letto da Reuters, con cui il giudice rinvia il fascicolo in procura per altri nove mesi di ulteriori indagini nei confronti dei tre ex manager, mentre invece conferma l’archiviazione per la banca, indagata come persona giuridica per la legge 231.

    I legali dei tre indagati non hanno risposto a una richiesta di commento inviata da Reuters per email.

    L’ipotesi di reato al centro del fascicolo di inchiesta era che…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer