Nio, obiettivo 1 milione di cocktail

12

Ha obiettivi ambiziosi la startup Nio che ha rivoluzionato il modo di bere drink con i cocktail di alta qualità, venduti in confezione monodose, grande quanto un cd e con un design accattivante.

Nell’esercizio settembre 2019-settembre 2020 l’azienda – fondata dal torinese Luca Quagliano e Alessandro Palmarin – punta a vendere un milione di cocktail (200.000 nel 2018).

Sarà presto annunciato un accordo con una grande multinazionale del settore spirit, che supporterà Nio a livello finanziario e nel know how.

Tra gli obiettivo del 2020 il lancio nel Regno Unito

“Abbiamo capito che c’era un vuoto nel mercato e abbiamo deciso di coprirlo con un prodotto di qualità, senza conservanti e additivi, tutto made in Italy.

Si vende on line o direttamente a hotel, ristoranti, compagnie aeree e navali”, spiega Quagliano. “Nel 2018 abbiamo venduto 200.000 cocktail, il 50% in Italia, con 600.000 euro di fatturato.

I nostri principali mercati sono Sud America, Cile, Uruguay, Libano, Spagna, Svezia, Norvegia e Grecia”

Leggi anche altri post Agenzie o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer