Prezzi greggio oltre 63 dollari su tensioni nel Medio Oriente

    13

    LONDRA (Reuters) – I prezzi del petrolio sono saliti sopra la soglia dei 63 dollari il barile, sostenuti dalle crescenti tensioni in Medio Oriente dopo il sequestro di una petroliera britannica da parte dell’Iran la settimana scorsa, sebbene i segnali di una flessione della domanda abbiano limitato l’aumento.

    Il sequestro della petroliera da parte dell’Iran ha alimentato i timori attorno a una possibile interruzione della fornitura nello Stretto di Hormuz, snodo centrale nel Golfo da cui passa circa un quinto del flusso mondiale di petrolio.

    “I recenti eventi in Medio Oriente dovrebbero ricordarci che la situazione è fluida e le tensioni potrebbero inasprirsi nuovamente”, ha detto Giovanni Staunovo, analista presso UBS.

    “Prevediamo comunque che i prezzi del Brent salgano al di sopra dei 70 dollari nei prossimi tre-sei mesi”.

    I futures…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer