Processo Nigeria, AD Eni querela per diffamazione aggravata ex consulente Amara

    10

    MILANO (Reuters) – L’AD di Eni Claudio Descalzi ha depositato questa mattina presso la procura di Milano una querela per diffamazione aggravata nei confronti dell’ex consulente legale Piero Amara, nell’ambito del procedimento sulle presunte tangenti in Nigeria a favore di alcuni manager Eni e Shell (LON:RDSa).

    Lo comunica il gruppo petrolifero in una nota a seguito di quanto riportato stamani da alcuni giornali in relazione alla memoria difensiva sottoposta da Amara alla procura.

    “Vengono smentite in modo categorico le affermazioni rese dall’Avvocato Amara attraverso la propria memoria depositata dal suo difensore” nel procedimento sul presunto depistaggio, dichiarazioni “assolutamente prive di fondamento e di contenuti diffamatorio dell’AD di Eni”, è scritto nel comunicato.

    Eni, inoltre, informa che il Chief Services & Stakeholder Relations Officer della società, Claudio Granata, ha sporto denuncia per…
    Leggi anche altri post markets o leggi originale


    Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer