Savona risponde a Von der Leyen: ‘non deve dire che sta monitorando Italia’ su debito pubblico

17

L’attenti che la neo presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha lanciato all’Italia, attraverso il consorzio di giornali Lena, di cui fa parte anche La Repubblica), non piace affatto a Paolo Savona, presidente della Consob ed ex ministro degli Affari europei del governo M5S-Lega.

“Detta così questa frase che non mi piace – ha spiegato Savona – Perchè non deve dire che lei sta monitorando, come se noi avessimo delegato il nostro potere”. Continuando, Savona ha precisato:

“Non mi faccio disturbare da queste affermazioni, sono anch’esse affermazioni politiche perché deve dare una risposta a quelli che in Europa pensano che il problema dei conti pubblici italiani sia un problerma dell’Europa”. Questo, quando invece l’Italia è “un’opportunità su cui l’Europa conta, sia dal punto di vista dell’economia reale, importazioni ed esportazioni, sia dal punto di vista dell’economia finanziaria…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer