Supermercati, stop del garante alla pubblicità ai possessori di carta fedeltà

24

Non si può mandare comunicazioni commerciali a chi ha sottoscritto una carta fedeltà in un supermercato, a meno che l’utente non vi abbia dato un espresso consenso. È quanto ha stabilito il Garante Privacy in un provvedimento reso noto oggi, bacchettando così “una importante catena di negozi” (a quanto si legge nella newsletter del Garante Privacy).
Il tutto mentre il decreto sul telemarketing – che risolverebbe alla radice il problema – sembra ormai in dirittura d’arrivo al Consiglio dei Ministri (a quanto riferiscono fonti vicini al dossier).
 
Nell’attesa, bisogna accontentarsi di misure specifiche a salvaguardia del diritto dell’utente a non essere tartassato dalla pubblicità: è questo il caso dell’ultimo provvedimento del Garante, “adottato in seguito alle violazioni segnalate da alcuni clienti e confermate da un’ispezione svolta dall’Autorità con l’ausilio del Nucleo speciale privacy della Guardia di Finanza”.
La Guardia di…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer