Alitalia: a fine mese vertice negli Usa (stampa)

4

Clicca qui per i Grafici di Atlantia

A fine agosto ci sarà un vertice tra Fs, Atlantia e Delta ad Atlanta, negli Stati Uniti. Lo riportano tutti i quotidiani.

Il negoziato sul nuovo piano industriale sta vivendo giorni febbrili, vista anche la distanza delle posizioni di partenza tra Atlantia e Delta, con Ferrovie chiamata a trovare un punto di incontro. Sul tavolo del vertice ci sono diversi nodi ancora da sciogliere, dagli esuberi alla governance, e il tempo stringe; resta solo un mese di tempo per chiudere l’offerta vincolante e il piano entro la scadenza del 15 settembre, che è considerata l’ultima chiamata: se a settembre si dovesse ricominciare da capo, avvertono i sindacati, ci potrebbero essere problemi di cassa.

Atlanta sarà dunque un momento di verifica importante con i vertici di Delta. Oltre agli interventi sullo sviluppo dei ricavi e del lungo raggio e sul miglioramento dei servizi a terra, sul tavolo delle trattative ci sono: il perimetro dell’azienda che sembra destinato a ridursi (i numeri che circolano parlano di esuberi che potrebbero arrivare a quota 2.800 e di una flotta con 25 aeromobili in meno dagli attuali 118); il tema del network, cui si lega la rinegoziazione dell’alleanza transatlantica (con Delta, Air FranceKlm e Virgin), tuttora in corso.

Infine, c’è il nodo della governance, con l’individuazione dell’a.d. della nuova Alitalia, per il quale è già partito il toto-nomi: si va dall’ex ad di Meridiana Roberto Scaramella al commissario Stefano Paleari, dal direttore commerciale Fabio Lazzerini, fino all’ex a.d. Di Alitalia del Piano Fenice Rocco Sabelli.

In cassa al 31 maggio c’erano 467 mln e ad oggi, comunque, secondo fonti della compagnia, c’è abbastanza ossigeno per arrivare all’anno prossimo. Il lavoro dei commissari straordinari continua comunque a dare i suoi risultati, con un continuo aumento dei ricavi soprattutto sul redditizio mercato del lungo raggio: anche a luglio sui voli intercontinentali si registra un aumento dei ricavi (+2,6%) e dei passeggeri (+4,7%). Complessivamente i ricavi relativi al trasporto passeggeri dell’intera rete Alitalia sono stati pari a 295 mln.

gug

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer