Alitalia: salta vertice con Delta, troppa distanza su rotte (Mess)

17

Clicca qui per i Grafici di Atlantia

Si allungano i tempi del salvataggio di Alitalia: è saltato, scrive il Messaggero, l’incontro che avrebbe dovuto svolgersi sabato ad Atlanta tra una delegazione di Delta Airlines guidata dal Ceo Ed Bastian e le rappresentanze di Fs e Atlantia guidate dai rispettivi vertici.

L’obiettivo, spiega il quotidiano, era definire le linee guida della proposta di acquisto vincolante da presentare ai tre commissari entro il 15 settembre, ma evidentemente la dialettica tra le parti non ha ancora prodotto una linea comune sui punti qualificanti, ovvero i ruoli di vertice operativo e soprattutto la questione delle rotte verso il Nord America e lo sviluppo di lungo raggio verso l’Oriente che consentirebbe ad Alitalia un salto notevole nei ricavi e nella profittabilità. Proprio su questi due punti si sarebbe incagliato il confronto, che ora richiede nuovi approfondimenti da parte degli advisor prima che i vertici si possano incontrare per chiudere il deal. A questo punto è improbabile che venga rispettata la scadenza del 15 settembre, che verosimilmente si sposterà avanti di settimane, forse di un mese.

Secondo fonti vicine al dossier, la joint venture proposta dagli americani sarebbe particolarmente svantaggiosa per gli italiani; fonti sindacali parlano addirittura di uno squilibrio tutto a favore di Delta sul fronte dei ricavi (da dividere con Air France, partner della jv transatlantica) mentre ad Alitalia, sostengono i piloti, sarebbero toccati soprattutto i costi. Una proposta inaccettabile anche in considerazione del fatto che, sempre secondo i sindacati, si potrebbe riaprire il fronte con Lufthansa.

rov

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer