Argentina, governo punta a riscadenziamento debito, a picco peso e borsa

20

BUENOS AIRES/LONDRA (Reuters) – Il peso argentino sprofonda del 3%, la borsa lascia sul terreno il 4,5% e il rischio paese schizza a livelli che non si vedevano dal 2005 dopo che il governo ha annunciato piani per riscadenziare circa 100 miliardi di dollari del proprio debito.

Le difficoltà del Paese, tormentato da recessione e inflazione, sono iniziate quando Mauricio Macri — presidente favorevole all’imprese — ha subito una dura sconfitta alle primarie dello scorso 11 agosto, inflitta dal candidato peronista Alberto Fernandez.

L’evento ha innervosito gli investitori, preoccupati che un ritorno al potere della sinistra possa preannunciare un’altra ristrutturazione del debito nella terza maggiore economia dell’America Latina.

Quando il ministro del tesoro Hernan Lacunza ha dichiarato ieri l’intenzione del governo di estendere le scadenze degli strumenti di debito in valuta locale a breve termine e negoziare con i detentori…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer