BORSA: Milano accelera al rialzo, focus su Usa/Cina

131

Clicca qui per i Grafici di Unicredit

Piazza Affari accelera al rialzo in tarda mattinata con il Ftse Mib che segna un +0,65% a 20.607 punti, seguito da Parigi (+0,56%) e Francoforte (+0,28%). Chiusa per festività Londra.

Ad allentare la tensione sull’azionario europeo sono state le novità sul fronte delle negoziazioni commerciali Usa/Cina con il presidente statunitense, Donald Trump che ha dichiarato che Pechino “vuole fare un accordo!”

Per quanto riguarda l’Italia, resta il focus sulla politica interna mentre prosegue il dialogo tra il Movimento Cinque Stelle e il Pd per la formazione di nuovo governo.

Sul fronte macro in Germania l’indice Ifo si è attestato a 94,3 punti ad agosto, in discesa rispetto ai 95,7 punti di luglio, e sotto le stime del consenso degli economisti, che si attendevano una lettura a 95,1 punti. L’indicatore relativo alle condizioni attuali si è attestato a 97,3 punti mentre quello sulle aspettative è a 91,3.

Bene a piazza Affari i bancari con lo spread a 200 punti base: Unicredit +1,72%, Ubi B. +1,7%, Intesa Sanpaolo +1,52%, Banco Bpm +1,07%, Bper +0,85%.

In rosso Juventus (-3,07%), seguita da S.Ferragamo (-1,57%) e Prysmian (-1,18%).

Sul resto del listino si segnala Mediaset (+0,48%). Vivendi ha presentato una richiesta al Tribunale di Milano diretto a ottenere un provvedimento urgente idoneo a tutelare il diritto di partecipare e votare, all’assemblea straordinaria degli azionisti di Mediaset del 4 settembre 2019.

Sull’Aim Italia infine torna a salire Confinvest sospesa con un guadagno teorico del 15%.

lpg

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer