Borsa: Milano positiva, attende governo

142

In un giorno decisivo per la formazione del nuovo governo, la Borsa di Milano si è mostrata ottimista, chiudendo in positivo (+1,5%) e circa un punto sopra le altre principali piazze europee, che hanno patito di più l’inversione di tendenza del Down Jones del tardo pomeriggio

Lo spread Btp-Bund a 183 punti ha spinto in alto le banche, con guadagni soprattutto per Bper (+4,5%) e Banco Bpm (+3,2%), ma anche per Ubi (+1,9%), Unicredit (+1,3%) e Intesa (+0,4%).

A trainare il Ftse Mib, così come i mercati del resto del Vecchio continente, sono stati pure i titoli legati all’energia, i petroliferi in particolare col rialzo del greggio: in positivo Snam (+3%), Terna (+2,8%), Enel (+2,6%), Saipem (+2,5%), Italgas (+2,2%), Eni (+0,6%)

In rialzo anche il comparto automobilistico, con Ferrari (+2,9%) e Fca (+1,3%).

A guadagnare sono stati anche Pirelli (+2,2%) e Prysmian (+1,7%).

In rosso tre soli titoli nel listino principale: Juve (-1,3%), Azimut (-0,4%) e Moncler (-0,1%)

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer