Borsa: Milano sale, spread spinge banche

80

Piazza Affari consolida il rialzo dell’apertura (Ftse Mib +1,2%), dopo la chiusura di Ferragosto

Lo spread a 205,6 punti, sebbene in crescita rispetto al valore di inizio della seduta, spinge i bancari Mps (+3,38%), Ubi (+2,62%), Bper (+2,49%), Intesa (+2,18%) e Unicredit (+2,23%)

Corrono Enel, insieme alle altre utility in Europa e Leonardo (+3% entrambe), in testa al listino delle blue chips, mentre Fca (-2,48%) è in coda, in controtendenza con il settore dell’auto in Europa, che riprende fiato dopo il segnale distensivo dalla Cina sui disordini a Hong Kong, che potrebbero complicare le relazioni con gli Usa.

L’uso dell’esercito per sedare le proteste – viene indicato – è “un’opzione” e il raduno delle forze paramilitari a Shenzhen è per ora “solo un monito”.

Bene Stm (+0,9%), legata, come gli altri titoli tecnologici, agli sviluppi della vicenda.

Sprint di Mediaset (+5,5%) in vista della prossima assemblea del 4 settembre sulla riorganizzazione del Gruppo

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer