Borsa:Europa riduce rialzo, Milano +1,5%

145

Riducono il rialzo nel finale senza però invertire la rotta le principali borse europee, guidate da Milano (Ftse Mib +1,58%), in luce dopo l’incarico a Giuseppe Conte per formare un nuovo governo.

In lieve rialzo lo spread a 166 punti, che torna ai livelli dell’agosto del 2018.

Gli acquisti si concentrano sui bancari, da Mps (+11,95%) a Banco Bpm (+2,64%) e Unicredit (+2,37%).

Sotto i riflettori anche Commerzbank (+2,93%), con il ritorno delle ipotesi di fusione con Deutsche Bank (+1%) per i timori di Berlino sull’economia tedesca.

Ali ai piedi per i produttori di semiconduttori, settore particolarmente esposto sul fronte della guerra commerciale tra Usa e Cina.

Infineon (+2,76%) è favorita dagli analisti di Merril Lynch, contagiando anche Stm (+2,66%) e Asml Holding (+2,6%).

Acquisti sugli automobilistici Peugeot (+1,4%), Volkswagen (+1%) ed Fca (+0,77%).

Sprint dei telefonici sulla scia della semestrale di Bouygues (+6,4%).

Tim guadagna il 2,5% e Vodafone il 2%

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer