Brexit: Lidington (Tory), sospensione imbavaglia parlamento

10

L’ex vice primo ministro britannico, David Lidington, si

è unito ai critici nei confronti della mossa del premier, Boris Johnson,

che ha porterà alla sospensione dei lavori parlamentari fino al 14

ottobre, definendola un tentativo di imbavagliare il parlamento.

Parlando al programma Today della Bbc Lidington ha dichiarato che “se

questo fosse stato fatto da un Governo laburista il leader della Camera

dei Comuni, Jacob Rees-Mogg, sarebbe stato il primo ad accusare. Alcuni

dei miei colleghi conservatori, che al momento stanno facendo il tifo per

la misura, sarebbero diventati viola di rabbia”.

Questa mossa, ha proseguito Lidington “stabilisce un pessimo precedente

per i futuri Governi. È buona regola, quando sei tentato di giocare con la

procedura parlamentare e costituzionale, non fare qualcosa che non

vorresti che un Governo di un partito diverso facesse a te”.

Lidington ha anche messo in dubbio la logica che ha guidato Johnson

nella richiesta della sospensione del parlamento dicendo che “se l’unica

ragione per questo era avere il tempo per il discorso della Regina,

sarebbe stato sufficiente fare un annuncio dicendo che ci sarebbe stata

una sospensione mentre il parlamento era in pausa durante le conferenze e

che ci saremmo riuniti alla fine di tale periodo senza bisogno di cinque

settimane di stop”.

“C’è una grande differenza tra ciò che accade in una pausa parlamentare

e una sospensione del parlamento, perché tutte le attività parlamentari

vengono chiuse, comprese le commissioni”, ha aggiunto.

“Ci stiamo avvicinando a una scadenza molto importante, abbiamo un

grande negoziato con l’Unione Europea e abbiamo un termine alla fine di

ottobre, che potrebbe portare a un no-deal. Dobbiamo sapere di più sui

preparativi del Governo per quello scenario e di più sui negoziati perché

i nostri elettori saranno influenzati da quelle decisioni”, ha detto

Lidington.

“Ciò che fa la proroga è impedire al parlamento di riunirsi e ai

legislatori di fare domande. Penso che non sia un buon modo per fare

democrazia”, ha concluso Lidington.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer