Genova: Di Maio; revochiamo concessioni Aspi, Stato non abbia paura

4

“Come sapete, da un anno a questa parte stavamo lavorando alla revoca della concessione ad Autostrade. Poi qualcuno ha iniziato ad avere paura, la Lega si era sempre opposta a questa iniziativa. Non ho mai capito il perché…”.

Lo ha affermato il ministro del Lavoro e vicepremier, Luigi Di Maio, in occasione della commemorazione del primo anno dal Crollo del Ponte Morandi.

“Io penso che lo Stato non debba avere paura; penso che debba invece rispondere ai cittadini e stare dalla loro parte”, ha aggiunto.

“A tutti i rappresentanti politici di vari colori politici che oggi hanno chiesto verità e giustizia per le vittime, io rispondo: potete farlo, possiamo farlo, revochiamo la concessione”, ha proseguito Di Maio.

Secondo l’esponente grillino, “per ricostruire un ponte ci vuole un tempo definito, ma per ricostruire una vita a volte non bastano anni”.

“Un anno fa, sotto a quelle macerie, 43 vite si sono interrotte, tante altre si sono spezzate. Parlo dei parenti, degli amici, dei colleghi e di tutte quelle persone che volevano bene a chi non c’è più, scomparso in una maniera a cui è impossibile dare un senso. Oggi e ogni altro giorno dobbiamo pensare a loro”.

“Questo è il dovere di chi rappresenta lo Stato, questo è il compito di chi non riuscirà e non dovrà mai dimenticare. Il compito di chi deve adoperarsi per rendere giustizia a quelle persone”, ha concluso il vicepremier.

lab

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer