Governo: Trenta, folle perdere lavoro fatto (Panorama)

4

Questo Governo avrebbe dovuto continuare “perchè ha avviato tante cose, anche nel mio ministero. Perdere questo lavoro fatto è una follia”.

Risponde così il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, in un’intervista a “Panorama”, rispondendo a chi le chiedeva un motivo per cui il Governo non dovrebbe cadere. La crisi è “volontà di Salvini, non di altri”, incalza Trenta, negando ogni responsabilità dei ministri M5S.

“Senza il Movimento una come me non sarebbe mai diventata ministro”, ammette, aggiungendo che il passaggio da semplice attivista e ministro è avvenuto perchè “sono stata chiamata da Di Maio” che “ha voluto conoscere me. Evidentemente si è informato su chi ero. Luigi mi dice “Tu poi parlare a un’anima – quella moderata – a cui il Movimento non arriva, per noi è molto importante in questa campagna elettorale”. Da quel momento accade di tutto”.

Tornando a parlare dei contrasti con il leader della Lega, Matteo Salvini, Trenta risponde che la chiusura dei porti “è un problema che deve risolvere l’Europa”, ma “vorrei che la missione Sofia riprendesse la sua piena funzionalità” perchè “le navi di Sofia lottavano contro i traffici di armi, di persone, e di petrolio”, mentre quella con gli immigrati “è stata un’attività minima”, conclude.

man

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer