Hong Kong: scontri violenti tra polizia e manifestanti in aeroporto

5

La polizia di Hong Kong si è scontrata con i manifestanti, che hanno affollato l’aeroporto internazionale della città, alla fine della seconda giornata di proteste.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha scritto su Twitter che “la nostra intelligence ci ha informati del fatto che il Governo cinese sta collocando le truppe lungo il confine con Hong Kong. Tutti dovrebbero restare calmi e al sicuro”.

I funzionari della Difesa statunitense hanno rifiutato di confermare l’affermazione di Trump. Un funzionario dell’esercito cinese ha affermato che le autorità della Cina sembravano diffidare dall’uso della forza militare per placare i disordini, poichè sono consapevoli delle conseguenze che una mossa del genere potrebbe innescare.

I voli di andata e di ritorno, interrotti a causa delle manifestazioni, sono ripresi regolarmente questa mattina. Le autorità di Hong Kong hanno riferito di aver ottenuto un’ingiunzione del tribunale “per impedire alle persone di ostacolare illegalmente e intenzionalmente” le attività dell’aeroporto.

Le lotte rappresentano un dilemma politico particolarmente spinoso per il leader cinese, Xi Jinping, mentre si scontra con un rallentamento dell’economia del Paese e con Washington nella lotta commerciale.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto riferimento agli sviluppi di Hong Kong come una “situazione molto dura” e ha detto che “spero che vada bene per tutti, compresa la Cina”.

Un alto funzionario dell’amministrazione Trump ha dichiarato che gli Stati Uniti ritengono che, l’intervento militare cinese a Hong Kong dipenda dal fatto che secondo Pechino le autorità locali abbiano perso il controllo della crisi.

Nel frattempo il Segretario di Stato Usa Mike Pompeo e il funzionario senior per la politica estera cinese, Yang Jiechi, si sono incontrati a New York. Mentre il Dipartimento di Stato Usa non ha rivelato dettagli relativi alla conversazione, la portavoce Morgan Ortgus ha affermato che i due funzionari “hanno avuto un ampio scambio di opinioni in relazione ai rapporti tra gli stati Uniti e la Cina”.

vdc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer