Incontro Di Maio-Zingaretti. Ultimatum M5S: Conte premier. La replica del Pd: serve discontinuità

23

La trattativa tra pentastellati e dem è stata avviata ufficialmente oggi, ma si è subito incagliata. In serata, all’atteso faccia a faccia tra i leader Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti, il Movimento ha messo sul piatto le sue condizioni ineludibili: Giuseppe Conte premier e il taglio dei parlamentari «senza controcondizioni». Paletti tradotti da fonti del Movimento come un vero ultimatum («Ventiquattro ore di tempo per decidere, prendere o lasciare»), anche se Zingaretti ha ammorbidito i toni. Parlando di clima «cordiale» in cui il segretario Pd ha ribadito l’esigenza di «discontinuità» e assicurando che il confronto continuerà «nelle prossime ore».

Leggi anche altri post su Economia Italia o leggi originale
Incontro Di Maio-Zingaretti. Ultimatum M5S: Conte premier. La replica del Pd: serve discontinuità


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer