L’Argentina ci ricasca: default per 60 miliardi di dollari

13

Si chiama default, si pronuncia “ristrutturazione del debito”. L’Argentina ci ricade, stavolta per circa 60 miliardi di dollari. Il governo di Mauricio Macri, uscito pesantemente sconfitto dai peronisti nelle primarie di due settimane fa, si appresta ad affrontare le presidenziali del 27 ottobre con una scelta finanziaria inevitabile, la rinegoziazione del debito, appunto.
Il ministro delle Finanze argentino Hernan Lacunza ha annunciato che il governo rinegozierà il suo debito estero a corto, medio e lungo periodo, «senza tagli di capitale e interessi, ma per ricercare tempi più lunghi che permettano di dare stabilità all’economia, riducano l’inflazione e …
Leggi anche altri post su Economia Mondo o leggi originale
L’Argentina ci ricasca: default per 60 miliardi di dollari


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer