Russia: per gli Usa, esplosione da recupero missile (stampa)

17

“Questo non è stato un nuovo lancio dell’arma, ma è

stata una missione di recupero di un missile perso da un test precedente.

C’è stata un’esplosione su una delle navi coinvolte nel recupero e ciò ha

causato una reazione nel nucleo del missile che ha portato alla perdita di

radiazioni”.

Lo riferisce la Cnbc sottolineando che la notizia, descritta in un

rapporto statunitense, è arrivata da alcune fonti con conoscenza diretta

della valutazione dell’intelligence Usa.

Una valutazione dell’intelligence statunitense ha scoperto che la

misteriosa esplosione al largo della costa settentrionale della Russia, si

è verificata durante una missione di recupero di un missile a propulsione

nucleare dal fondo dell’oceano, l’8 agosto.

La misteriosa esplosione ha ucciso cinque scienziati e ha sollevato

preoccupazioni sul fatto che la Russia avesse testato il suo nuovo missile

Burevestnik a propulsione nucleare, noto anche come Skyfall.

Il rapporto di intelligence degli Stati Uniti non menzionava i

potenziali rischi per la salute o per l’ambiente causati dai danni al

reattore nucleare del missile.

A marzo dell’anno scorso, il presidente russo, Vladimir Putin, ha

presentato una serie di armi ipersoniche, tra cui Burevestnik, affermando

che si trattava di un missile a propulsione nucleare con raggio

illimitato. Tuttavia, il Cremlino deve ancora eseguire con successo un

test dell’arma su molteplici tentativi.

vdc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer