Tra la discontinuità di Zingaretti e la continuità di Di Maio, Conte sceglie la «novità»

9

«Non sarà un governo “contro” ma un governo per modernizzare il Paese e per i cittadini. Realizzerò un governo nel segno della novità, è quello che richiedono anche le forze politiche». L’arte della mediazione è una delle peculiarità caratteriali del premier uscente e re-incaricato. E Giuseppe Conte l’ha usata fin dal primo discorso della nuova avventura di governo. Lo slogan «Governo della novità» è infatti già un modo di far convivere le istanze di discontinuità sollevate dal Pd e di continuità (pur con una nuova compagine governativa) reclamata dal Movimento Cinque Stelle.

La discontinuità chiesta da Zing…
Leggi anche altri post su Economia Italia o leggi originale
Tra la discontinuità di Zingaretti e la continuità di Di Maio, Conte sceglie la «novità»


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer