Ue: Von der Leyen prepara la squadra (MF)

17

Manca ancora il nome dell’esponente italiano per la Commissione Europea, in attesa di conoscere gli sviluppi legati alla formazione del nuovo governo. Intanto però, scrive MF, gli altri Paesi (Francia esclusa) hanno già inviato alla presidente tedesca Ursula Von der Leyen i candidati per l’esecutivo Ue che entrerà in carica dal primo novembre. I possibili commissari saranno valutati innanzitutto da Von der Leyen, che ha iniziato i primi colloqui e presenterà attorno a metà settembre una lista di nomi al Parlamento Ue.

Tra la fine di settembre e la prima settimana di ottobre le commissioni parlamentari giudicheranno i commissari indicati. Per il via libera è necessario l’ok dei capogruppo o di due terzi dei componenti delle commissioni: senza il via libera è possibile una seconda audizione. Non è esclusa una bocciatura, come quella che capitò a Rocco Buttiglione nel 2004.

Il voto finale sull’intera Commissione (non sui singoli commissari) sarà quello dell’assemblea plenaria del Parlamento Ue, presumibilmente il 22 o 23 ottobre. Il calendario potrebbe cambiare, soprattutto in base ai tempi necessari all’Italia, che comunque dovrà decidersi in pochi giorni (si fanno i nomi di Paolo Gentiloni, Pier Carlo Padoan e Roberto Gualtieri).

I commissari candidati dai Paesi, secondo quanto riportato dalla stampa internazionale, sarebbero Johannes Hahn per l’Austria (commissario uscente per politica di vicinato e negoziati per l’allargamento, Ppe), Didier Reynders per il Belgio (ministro degli Esteri, Renew Europe), Maryia Gabriel per la Bulgaria (Ppe), Dubravka Suica per la Croazia (Ppe), Stella Kyriakides per Cipro (Ppe), Vera Jourova per la Repubblica Ceca (commissaria uscente per giustizia, consumatori e politiche di genere, Renew Europe), Margrethe Vestager per la Danimarca (attuale commissaria per la concorrenza, Renew Europe), Kadri Simson per l’Estonia (Renew Europe), Jutta Urpilainen per la Finlandia (S&D), Margaritis Schinas per la Grecia (già portavoce capo della Commissione, Ppe), Laszlo Trocsanyi per l’Ungheria (Ppe), Phil Hogan per l’Irlanda (commissario uscente per l’agricoltura, Ppe), Valdis Dombrovskis per la Lettonia (finora vicepresidente e commissario per euro e servizi finanziari, Ppe), Virginijus Sinkevicius per la Lituania (Verdi), Nicolas Schmit (S&D) per il Lussemburgo, Helena Dalli (S&D) per Malta, Frans Timmermans per l’Olanda (vicepresidente, S&D), Elisa Ferreira per il Portogallo (vicegovernatore della banca centrale ed ex parlamentare S&D), Dan Nica o Rovana Plumb per la Romania (S&D), Maros Sefcovic per la Slovacchia (S&D), l’indipendente Janez Lenarcic per la Slovenia, Josep Borrell per la Spagna (S&D), Ylva Johansson per la Svezia (S&D).

red/fch

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer