Uk: Johnson è profondamente preoccupato per incendi in Amazzonia

17

Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha affermato di essere “profondamente preoccupato” per gli incendi avvenuti nella foresta pluviale dell’Amazzonia e ha affermato che spingerà per rinnovare l’attenzione sulla lotta al cambiamento climatico durante il summit del G7.

Johnson ha richiesto un intervento internazionale che mira a proteggere le foreste pluviali del mondo a seguito della “tragica perdita di questi preziosi habitat”, ha sottolineato il ministro in una dichiarazione resa pubblica da Downing Street.

Le osservazioni di Johnson arrivano a seguito di quelle del presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, il quale ha affermato che le preoccupazioni degli altri Paese rivelano una “mentalità colonialista”.

Mentre la crisi si inasprisce, l’Irlanda ha minacciato di bloccare un accordo di libero scambio tra l’Ue e il blocco commerciale sudamericano del Mercosur, a meno che Bolsonaro non intervenga.

Il numero di incendi boschivi in Brasile, a gennaio, è di oltre 74.000 in crescita dell’83% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con colonne di fumo visibili da 400 miglia nello spazio. I leader mondiali sono sempre più preoccupati della situazione.

Il primo ministro irlandese, Leo Varadkar, ha dichiarato che “l’Irlanda non voterà a favore dell’accordo di libero scambio se il Brasile non adempirà ai propri impegni relativi all’ambiente”.

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha scritto su Twitter che “la nostra casa sta letteralmente andando a fuoco” e ha sottolineato che gli incendi costituiscono una “crisi internazionale”.

vdc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer