Usa: concluderemo accordo su commercio con Uk dopo ostacolo Brexit

15

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il primo ministro britannico, Boris Johnson, vogliono concludere un accordo di libero scambio dopo la Brexit. Una volta che il Regno Unito non sarà più vincolato alle condizioni europee, non ci sarà alcun ostacolo per poter raggiungere un accordo.

I due leader hanno sollecitato l’intesificazione dei legami dopo l’uscita dell’Uk dall’Ue, in particolare sul commercio, al vertice del G7 in Francia, lo scorso fine settimana.

“Stiamo lavorando a un accordo commerciale molto ampio che funzionerà molto bene”, ha detto Trump, senza fornire ulteriori dettagli, ma aggiungendo che si aspetta nuovi progressi “abbastanza rapidamente”.

Johnson, d’accordo con Trump, ha sostenuto che i colloqui avrebbero prodotto un’intesa “fantastica” dopo “la rimozione di ostacoli dal nostro cammino”.

Qualsiasi accordo tra Usa e Uk è solo teorico finchè non verrà realizzata la Brexit, prevista per il 31 ottobre. Il Regno Unito non sarà in grado di concludere un accordo commerciale indipendente se resterà nell’area doganale comune e sarà soggetta ai regolamenti del blocco.

Johnson vuole rielaborare l’accordo Brexit dell’ex primo ministro britannico, Theresa May, con Bruxelles. Tuttavia, la resistenza Ue alla riapertura dei negoziati ha dato a Johnson la possibilità di consegnare la Brexit secondo le sue condizioni.

La situazione di stallo ha aumentato le probabilità di una Brexit senza accordo, che potrebbe complicare ulteriormente il perseguimento di un patto con gli Usa.

I leader del congresso Usa hanno affermato che non approveranno un accordo con il Regno Unito, se la Brexit dovesse mettere a repentaglio la pace in Irlanda imponendo un confine doganale tra la Repubblica irlandese e l’Irlanda del Nord.

Un’ampia coalizione si sta mobilitando contro un accordo commerciale degli Stati Uniti. I gruppi di interesse britannici hanno invitato Londra ad allinearsi alle norme europee per salvaguardare il loro più grande mercato.

Il principale partito laburista dell’opposizione è ostile a un accordo commerciale degli Stati Uniti per motivi che includono standard lavorativi e ambientali, favorendo legami più stretti con l’Ue. Anche altri partiti dell’opposizione sono critici nei confronti di un accordo con gli Usa.

Un accordo commerciale tra Usa e Uk favorirebbe le esportazioni statunitensi nella seconda economia più grande d’Europa dopo la Germania. L’intesa aiuterebbe anche Washington a fare progressi nei suoi programmi commerciali, mentre i colloqui con l’Ue e la Cina sono bloccati e il Congresso sostiene l’accordo rinegoziato da Trump con il Canada e il Messico.

Per quanto riguarda Londra, un accordo dimostrerebbe la capacità della Gran Bretagna di assicurarsi importanti intese economiche poichè è separata dall’Ue, suo principale partner commerciale. Potrebbe anche fornire un’ancora di salvezza alle industrie cruciali del Regno Unito, compresi i servizi finanziari e commerciali.

Le aziende americane e britanniche, dalle aziende tecnologiche agli agricoltori, desiderano esportare le loro merci e i propri standard attraverso l’Atlantico.

vdc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer