Usa: più fondi per la detenzione dei migranti al confine

11

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, prevede di utilizzare 271 milioni di dollari di fondi del dipartimento per la Sicurezza Nazionale, compresi alcuni che erano stati destinati alle aree colpite dagli uragani, per trattenere e mandare indietro gli immigrati che attraversano illegalmente il confine meridionale degli Stati Uniti.

Il dipartimento ha in programma di dirottare il denaro che i legislatori avevano destinato ad altri scopi verso l’agenzia federale per le emergenze per aumentare la sua capacità di gestire le persone che attraversano il confine tra gli Stati Uniti e il Messico, molte delle quali sono centro-americane in cerca di asilo.

“Senza finanziamenti aggiuntivi per i posti letto per adulti nei centri di detenzione e per il trasporto dei migranti da parte della pattuglia di frontiera degli Stati Uniti nelle strutture di detenzione dell’Immigration and Customs Enforcement (Ice), non sarà possibile porre fine alle preoccupazioni della polizia di frontiera statunitense per l’afflusso dei migranti”, ha affermato il dipartimento per la Sicurezza Nazionale.

Il denaro verrà dirottato dai fondi che i legislatori del Senato e della Camera hanno destinato ai vari dipartimenti con l’accordo raggiunto a febbraio che ha posto fine allo shutdown parziale del Governo, durato cinque settimane – il più lungo della storia degli Stati Uniti – derivante dallo scontro sulla politica migratoria.

La richiesta arriva due mesi dopo che il Congresso ha approvato un disegno di legge di emergenza da 4,6 miliardi di dollari per finanziare aiuti umanitari ai migranti al confine meridionale. Tale accordo non destinava però alcun nuovo finanziamento per i letti nei centri di detenzione dell’Ice.

Il Congresso è stato informato per la prima volta dell’intenzione del dipartimento di trasferire fondi un mese fa, secondo i documenti a cui ha avuto accesso il Wall Street Journal. Il periodo di notifica è scaduto domenica, consentendo all’amministrazione di andare avanti, ha detto il dipartimento.

La destinazione dei fondi stanziati dal Congresso può essere modificata solo in circostanze straordinarie. I democratici non sono d’accordo sul fatto che la situazione alla frontiera conferisca all’amministrazione il potere di farlo. “Ancora una volta, il dipartimento per la Sicurezza Nazionale ha ignorato l’accordo negoziato con il Congresso, superando di gran lunga l’importo stanziato per le operazioni di controllo e rimozione degli immigrati”, ha dichiarato la rappresentante democratica, Lucille Roybal-Allard, presidente della sottocommissione per la Sicurezza Interna.

Il dipartimento sta cercando di portare il numero di posti letto nei centri di detenzione a 49.661, ovvero 6.886 in più rispetto al livello concordato dal Congresso a febbraio. Ciò consentirebbe all’Ice di trattenere più persone senza doverle rilasciare prima che compaiano in in tribunale.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer