Usa: Stati citano in giudizio amministrazione Trump su regolamenti clima

5

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è stata citata in giudizio da più di 20 Stati per aver fatto marcia indietro sui regolamenti relativi al cambiamento climatico per le centrali elettriche. Questo potrebbe essere un caso emblematico che deciderà quale sarà la responsabilità del Governo federale nella lotta al riscaldamento globale.

Lo Stato di New York è al comando insieme alla California ed altri Stati che sostengono che il Governo federale stia negando le proprie responsabilità ai sensi del Clean Air Act, ovvero la normativa che definisce i principi sulla qualità dell’aria negli Usa.

In tutto, 22 Stati, il Distretto di Columbia e sei città stanno facendo causa all’amministrazione, dicendo che le nuove regole approvate dall’Agenzia per la Protezione Ambientale (Epa), a giugno, hanno violato la legge annullando i requisiti che avrebbero ridotto le emissioni di gas serra, i quali causano i cambiamenti climatici.

La citazione in giudizio è l’ultima delle reazioni guidate da molti Stati democratici che sostengono che le politiche di Trump stiamo mettendo in pericolo l’ambiente.

L’amministrazione repubblicana ha respinto le politiche, in particolare quelle relative al clima, elaborate sotto l’amminitrazione dell’ex presidente Usa, Barack Obama, poichè secondo Trump ostacolano lo sviluppo e spingono le leggi ambientali oltre il loro scopo previsto.

“Stiamo assistendo a un disastro climatico”, ha affermato il procuratore generale di New York, Letitia James, in una dichiarazione, aggiungendo che “piuttosto che mantenere la rotta con le politiche che hanno lo scopo di risolvere il problema del clima e salvaguardare l’ambiente e la salute delle persone, l’amministrazione Trump ha abrogato il Piano per l’Energia Pulita”.

La causa riaccende una lotta legale sui cambiamenti climatici che dura da oltre 15 anni.

vdc

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer