Brexit: Blackford scrive a Johnson per chiedere ripresa lavori parlamento

7

Il leader del partito nazionalista scozzese a Westminster, Ian Blackford, ha inviato una lettera al premier britannico,

Boris Johnson, dicendo che il parlamento dovrebbe essere immediatamente richiamato e che il primo ministro dovrebbe prendere una decisione in merito senza aspettare la sentenza della Corte Suprema del Regno Unito.

“Ogni giorno in cui il parlamento rimane sospeso, Boris Johnson e il Governo britannico reprimono la democrazia. L’Esecutivo e l’ufficio del primo ministro non sono sopra la legge. Dobbiamo attenerci tutti a essa”, si legge nella lettera.

“Il parlamento ha questioni urgenti su cui discutere questa settimana, tra cui il rapporto Yellowhammer che siete obbligati a presentare alla Camera stasera. Non richiamare il parlamento, come ha detto la Corte, ostacolerebbe il potere di controllo delle Camere sull’Esecutivo”, ha scritto Blackford, aggiungendo che “se il parlamento continuerà a rimanere sospeso il messaggio che arriverà al popolo sarà che il Governo è sopra la legge e che il primo ministro può decidere il nostro futuro unilateralmente. E’ una situazione estremamente pericolosa”.

Il Governo vuole fare appello alla Corte Suprema la prossima settimana ma questo “non vi dà alcun motivo per non rispettare il diritto del parlamento di riunirsi da oggi fino a quando non sarà emessa la sentenza”, ha concluso Blackford.

cos

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer