De Nora: inaugura una nuova fabbrica a Mentor in Ohio

18

De Nora, leader mondiale nelle tecnologie elettrochimiche e nelle soluzioni per il trattamento acque, ha inaugurato un impianto “green field” per la produzione di elettrodi a Mentor (Ohio), negli Stati Uniti. Il nuovo stabilimento, già operativo da quest’estate, ha richiesto 2 anni di lavoro e un investimento pari a 29 milioni di dollari, e sostituisce il sito produttivo di Chardon (Ohio) costruito circa 50 anni fa.

Alla cerimonia d’inaugurazione, spiega una nota, hanno partecipato diverse autorità locali della Eastern Lake County e della città di Mentor, tra cui rappresentati della Camera di Commercio, del Dipartimento di Sviluppo Economico, delle autorità portuali del lago e della Commissione Pianificazione Urbana.

L’operazione rientra nel piano di crescita strategica del gruppo; la locazione di ingenti fondi ha permesso di sviluppare un progetto volto a ottenere flessibilità nel mix produttivo, utilizzare tecnologie avanzate a basso impatto ambientale e perseguire l’efficientamento energetico con particolare attenzione all’ economia circolare e alla riduzione del consumo d’acqua.

Paolo Dellachà, Ceo di De Nora, sottolinea: “L’intenzione di costruire un nuovo stabilimento era stata annunciata nel 2015 e con l’inaugurazione di oggi concretizziamo un obiettivo del nostro piano industriale in territorio americano. Siamo molto soddisfatti perché si tratta di un investimento importante e strategico per consolidare la costante posizione di leadership di De Nora come primo player in USA nella produzione di elettrodi, con impianti dotati delle più avanzate soluzioni tecnologiche disponibili in grado di aumentare la capacità produttiva in un mercato determinate come quello del Nord America”.

Il nuovo stabilimento di Mentor è stato costruito seguendo tutti i più alti standard (rispetto ambientale sicurezza e salute) e ha ottenuto tutte le certificazioni. La partenza della nuova fabbrica è avvenuta per fasi, avviando le nuove linee (forni di attivazione, isole di lavorazione meccaniche e di trattamenti superficiali, impianti di trattamento acque e fumi) e, parallelamente, trasferendo i macchinari e il personale confermato in toto. La moderna struttura, ora in zona industriale, occupa una superficie di 15 mila metri quadri e ha spazi per ulteriori espansioni di linee di processo, di cui una già approvata e pianificata per il prossimo biennio.

com/fch

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer