ItaliaOnline: respinta richiesta misure cautelari rappresentante soci risparmio

21

Clicca qui per i Grafici di Italiaonline

ItaliaOnline, circa l’Opa lanciata da Sunrise Investments, ha reso noto che è stata respinta l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta al Tar dal rappresentante comune degli azionisti di risparmio rimandando all’8 ottobre la trattazione in sede camerale.

In particolare, spiega una nota, il Presidente del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio nel respingere l’istanza di misure cautelari monocratiche ha indicato che il ricorso non sia sorretto da sufficiente ‘fumus boni iuri’ poiché la comunicazione con cui è stata manifestata l’intenzione di promuovere l’offerta pubblica di acquisto risulta corredata degli elementi informativi previsti dall’articolo 37, comma 1, del “regolamento emittenti”, e la documentazione trasmessa dall’offerente con note del 3 e 16 luglio sembra idonea a consentire ai destinatari di pervenire ad un fondato giudizio sull’offerta, quindi non è possibile sostenere che la Consob abbia posto in essere una violazione degli obblighi di vigilanza ed esatta informativa del mercato, stabiliti dalla vigente normativa.

Pertanto, Sunrise, in qualità di Offerente, sottolinea che le informazioni contenute nel Documento di Offerta sono idonee a consentire ai destinatari di pervenire ad un fondato giudizio sull’offerta e che, pertanto, gli azionisti di risparmio sono in possesso di ogni informazione rilevante necessaria a valutare la convenienza di apportare le proprie azioni.

Sunrise inoltre ha comunicato di rinunciare alla Condizione sulla Soglia per le Azioni di Risparmio. Pertanto, sia le azioni di risparmio già apportare che quelle che verranno consegnate all’Offerta entro il 12 settembre saranno acquistate dall’Offerente al prezzo di 880 euro e regolate in data 18 settembre.

com/fus

 

Leggi anche altri post Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer